Scratch, imparare programmando

Ottima riflessione di Andrea Patassini su programmazione e didattica.

Ci sono scuole italiane che usano e fanno rete con Scratch, inserendolo nei  percorsi educativi disciplinari.

http://scratch.mit.edu/studios/249070/

http://scratch.mit.edu/studios/321445/

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

scratch_logo di Andrea Patassini

Tutti i giorni compiamo operazioni con computer, smartphone, tablet o anche strumenti digitali che troviamo nei luoghi che frequentiamo, a lavoro, nei luoghi pubblici, quando facciamo la spesa e così via. Sono operazioni immediate, rese semplici da interfacce comprensibili e solitamente intuitive. Dietro di esse c’è un linguaggio di programmazione capace di rendere operativo tutto ciò che compiamo. Certo, quel linguaggio appare decisamente più complesso rispetto alle pratiche che compiamo quotidianamente nelle nostre attività digitali, ma è proprio grazie a quella complessità che riusciamo a realizzare ciò che desideriamo, in ambito tecnologico. Ma è davvero importante capire il linguaggio di programmazione? Solitamente tendiamo ad individuare un gruppo ristretto di persone interessate e impegnate nella programmazione, per i restanti questo aspetto resta solitamente inesplorato. È interessante riflettere e approfondire il pensiero di Mitchel Resnick, direttore del Lifelong Kindergarten presso il MIT Media Lab, impegnato nello sviluppo di strumenti…

View original post 839 altre parole

Annunci

#serr13: un finale che non finisce qui

Ora che la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è alle spalle, possiamo ripensarla e capire cosa si è mosso, come è andata.  E vederne anche le immagini che raccontano un pezzettino di questa bella storia.

L’inizio ed il senso della storia era già scritto qui https://catemos.wordpress.com/2013/11/17/ewwr-serr-questo-non-potevo-dimenticarlo/ , il finale si trova  QUI nei progetti che hanno realizzato i bambini di Roma, Bologna,Sigillo, Fabriano, Milano, Napoli,…

 Il finale si trova anche in quello che hanno vissuto, imparato e condiviso piccoli e grandi.

E’ un finale pieno di idee per ridurre e riusare rifiuti, per vivere il nostro mondo in maniera sostenibile.

 E’ un finale che usa le tecnologie per raccontarsi e per conoscerle, loro,  le tecnologie, che ai bambini

piacciono tanto.

Questo, però, è un finale speciale, perché in verità non è un finale ma l’inizio di storie che hanno in comune scuola, bambini, didattica e tecnologia: Hour of code http://csedweek.org/ in classe, piccoli mentor  pronti per CoderDojo, voglia di riusare tante cose, didattica costruttiva e digitale.

“If we teach today’s student as we taught yesterday’s, we rob them of tomorrow” John Dewey

Galleria Fotografica/Sigillo

Voci da NonsolociripàBolognaMilanoRoma e ancora Roma

#ewwr #serr : questo non potevo dimenticarlo

La settimana in arrivo sarà un po’ speciale, perché un po’ di persone che vivono in giro per l’Italia, ma anche per l’Europa, parleranno e faranno cose per educare ( gli altri ma anche se stessi) alla riduzione e al riuso dei rifiuti.

Una persona di quelle lì sarò io. Insieme alle Associazioni Non Solo Ciripa‘, Coderdojo di Bologna, Milano e Roma, Fublab di Bolzano e DIY di Torino, insieme ad altri insegnanti, vogliamo creare, utilizzando Scratch, delle risorse didattiche innovative che abbiano come tema la riduzione dei rifiuti, il riuso e il riciclo.

Scratch è un ambiente d’apprendimento sviluppato dal gruppo di ricerca Lifelong Kindergarten del MIT Media Lab di Boston. Con Scratch è possibile costruire animazioni, giochi, storie interattive, musica, utilizzando un linguaggio di programmazione adatto ai più piccoli. I ragazzi si divertono a “scrivere” i prodotti digitali e questo li aiuta anche a sviluppare una conoscenza critica e consapevole del mondo digitale. I ragazzi apprendono in modo costruttivo e collaborativo.
Maria Beatrice Rapaccini, una mammaprofessoressaingegnera e ispiratrice del progetto, dice che “Programmare permette di sviluppare il pensiero logico, il pensiero computazionale e di apprendere delle strategie per il problem-solving che si ripercuotono anche nelle altre discipline. Scratch è inoltre un social network protetto, dove poter condividere i propri progetti, collaborare, apprezzare e remixare i progetti degli altri”

Quella in arrivo è la Settimana Europea di Riduzione Rifiuti, quella in arrivo è la settimana in cui un po’ di gente realizzerà un progetto che abbiamo chiamato Eco Scratch e lo farà in tutti questi posti qua: I.C. (che vuol dire Istituto comprensivo) di Sigillo (PG), I.C. Marco Polo di Fabriano (AN), IC Alfieri-Lante della Rovere di Roma, CODERDOJO Roma (Luiss Enlabs), CODERDOJO Milano (Theater of Imagination), CODERDOJO Bologna (Urban Center) insieme ai ragazzi di RaccattaRAEE.
E allora buona Settimana di pensieri creativi. Il riuso sia con voi!

Dimenticavo, tra qualche giorno fatevi un giro nel sito per le risorse didattiche del MIT e nella gallery disponibile su sito di Scratch: ci saranno tutti i prodotti nati in questa settimana e tante idee per il riuso di bottiglie e calzini spaiati!

Grazie a Maria Beatrice Rapaccini @tormiento, Agnese Addone @agaddone e Carmelo Presicce @tarmelop . Questo non potevo dimenticarlo.